La “realtà” della gioia

creare la realtà della gioia

In ogni momento della giornata hai la possibilità di scegliere in quale realtà vivere. Osservando il flusso della coscienza, quando focalizzi l’attenzione su uno specifico contenuto, quello diventa la “tua” realtà temporanea, il tuo “mondo”. Ecco un  esercizio per sintonizzarti rapidamente sulla “realtà della Gioia”: Fermati e focalizza l’attenzione: immagina di vivere la giornata dalla prospettiva che “la vita è gioia”.  Vivila come se questa fosse la tua realtà ora. Quali pensieri hai adesso, quali emozioni, sensazioni, comportamenti? Che azioni … Continua a leggere →

Effetti del campo della Gioia- Joyfield

L’amore per noi stessi, é della stessa natura dell’amore della Fonte per se stessa.

Chi si occupa della Coscienza ha notato che essa si esprime attraverso molteplici livelli di manifestazione. Secondo lo psichiatra David Hawkins, esiste una scala logaritmica che misura i livelli della coscienza umana da 1 a 1000. Come possiamo osservare qui sotto, i livelli più alti della coscienza, preliminari all’illuminazione, sono rappresentati dalle frequenze della Pace, della Gioia e dell’Amore. In realtà, l’esperienza diretta dimostra che Pace, Gioia e Amore sono un unico stato- lo stato naturale dell’Essere- che si esprime … Continua a leggere →

Personaggi o creatori di giochi?

Finalmente accordo fra scienza e spiritualità

L’idea che l’universo sia una simulazione al computer e che noi potremmo essere personaggi di un gigantesco gioco, è stata discussa di recente da un gruppo di ricercatori durante l’Isaac Asimov Memorial Debate a New York. Se quest’idea fosse vera, che cosa significherebbe per noi? Che risvolti ci sarebbero nella nostra vita quotidiana? Difficile saperlo. Intanto, potremmo consolarci pensando alle suggestive possibilità che si aprono riprogrammandoci, cosi come ci suggerisce James Gates, fisico teorico dell’Università del Maryland: “Se l’ipotesi della … Continua a leggere →

Storie spirituali: Scegliere

Come si fa a sapere chi è veramente saggio?

 Un uomo vuole andare per il mondo e incontrare persone sagge per accrescere la propria conoscenza. Un amico gli chiede che genere di persone cercherà. Ricordandosi delle sagge sentenze lette e udite, l’uomo risponde: „ Chi non sa e sa di non sapere é un bambino, bisogna insegnargli. Chi non sa e non sa di sapere é uno stupido, bisogna evitarlo. Chi sa e non sa di sapere é addormentato, bisogna svegliarlo. Chi sa e sa di sapere é un … Continua a leggere →

Mente razionale e mente intuitiva

“Se usiamo la nostra saggezza, i problemi più grandi possono regalarci grandi intuizioni.” Dalai Lama

Segue la Storia: La mente e… il letame Il modo con cui gestiamo i problemi provoca la nostra infelicità o la nostra gioia, non i problemi stessi. Quando abbiamo a che fare un problema che cosa pensiamo e come ci comportiamo? La prima cosa evidente è che non lo vogliamo. Non ce lo siamo andati a cercare. Non l’abbiamo “scelto” noi. Vogliamo che sparisca, possibilmente subito. Perciò, normalmente: – cerchiamo qualcuno con cui condividere il problema e lamentarci. – cerchiamo … Continua a leggere →

Storie spirituali: La mente e…. il letame

Il modo con cui gestiamo i problemi provoca la nostra infelicità o la nostra gioia, non i problemi stessi.

  Alla fine di una lunga giornata di lavoro, la coppia torna a casa. Nel giardino, che loro curavano con tanto amore, trovano un mucchio di letame ammassato proprio davanti all’ingresso di casa. Non avevano ordinato loro quel letame. E nemmeno lo volevano lì. Però, ora c’era e non sapevano che farsene. Chiedere ai vicini se avessero visto chi l’aveva portato? Andare dai carabinieri e fare una denuncia? Andare dagli amici per lamentarsi e chiedere consiglio? Avrebbero potuto fare diverse … Continua a leggere →

I bambini e il mondo

meditating-boys

Il Dalai Lama afferma in un’intervista: Se ad ogni bambino di otto anni insegnassimo la meditazione, elimineremo la violenza dal mondo nel giro di una generazione. Si potrebbe aggiungere che: Se ad ogni bambino di otto anni insegnassimo chi è realmente, non solo elimineremo la violenza dal mondo nel giro di una generazione, ma ci sarebbe un salto quantico nella coscienza planetaria. Contemporaneamente, ogni essere umano sulla terra sperimenterebbe la gioia di vivere su questo pianeta, l’amore, la pace, la … Continua a leggere →

L’illuminazione svelata, l’Osservatore

Quando la coscienza inizia a impersonificare il ruolo d’osservatore, esso si configura come una sorta di entità bifronte, simile a Giano della mitologia greca, con una parte è rivolta verso la personalità, l’altra verso il Sé.

Diventare consapevole di sé come osservatore è il passaggio più importante verso la conoscenza di Sé. Quando l’attenzione è diretta verso l’interno, invece che verso l’esterno, emergono caratteristiche particolari di sé, insospettabili fino a quel momento. Una di queste é la percezione d’essere costantemente presente come osservatore. Ti rendi conto che solamente se tu sei presente e osservi, può esserci qualcosa da osservare, conoscere, percepire. Perciò, qualunque cosa accada al corpo-mente, qualsiasi situazione lo trovi coinvolto o meno, l’osservatore è … Continua a leggere →

Le domande fondamentali: da dove sono venuto?

Il rapporto con la madre è simile al rapporto con Dio, il Sé

Spesso i bambini fanno domande che hanno a che fare con le questioni fondamentali della vita. Le risposte che da R. Tagore in questa sua poesia, esperimono in modo esemplare ciò che si sperimenta nelle CostellAzioni della Gioia. Maternità Da dove sono venuto? Dove mi hai trovato? Domandò il bambino a sua madre. Ed ella pianse e rise allo stesso tempo e stringendolo al petto gli rispose: tu eri nascosto nel mio cuore bambino mio, tu eri il Suo desiderio. … Continua a leggere →

Il finito e l’infinito

Le CostellAzioni della Gioia: incontro tra scienza e spiritualità

Sul volo di ritorno dal Seminario di CostellAzioni della Gioia di Pisa, stavo leggendo il libro di Massimo Teodorani: Bohm La fisica dell’infinito. A un certo punto mi sono imbattuta in questa citazione del genio della fisica quantistica David Bohm, che esprime magnificamente ciò di cui si è parlato e che è stato sperimentato da tutti i partecipanti al Seminario: <<Il campo del finito è tutto quanto possiamo vedere, udire, toccare, ricordare  e descrivere. Questo campo è basicamente ciò che … Continua a leggere →

La conoscenza e l’ignoranza

L'ignoranza nasconde la conoscenza ma essa é sempre presente

È l’ignoranza a far credere all’acqua del mare di essere un’onda, a far credere alla neve di essere un pupazzo, a far credere all’Essere di essere un corpo fisico, un corpo emotivo, un corpo mentale. Il corpo mentale aderisce a ogni percezione che lo impressiona, il corpo emotivo aderisce ad ogni vibrazione che lo attraversa, il corpo fisico aderisce al tempo-spazio in cui si manifesta. Come “attratto” nel mondo dei nomi e delle forme, è di questi che l’Essere si … Continua a leggere →

Joyfield Satsang in Sardegna

Diario dell'esperienza con Joyfield a distanza

Cos’è il Satsang? Il suo significato deriva dai termini sanscriti Sat (vero, verità) e sanga (compagnia) ed é associato con la tradizione Advaita Vedanta. Il Satsang può essere interpretato in diversi modi: § essere in compagnia della verità § la compagnia di un maestro spirituale che agisce come connessione tra i ricercatori e la verità. § la compagnia di un gruppo di studenti riuniti per studiare, discutere e assimilare la verità. Joyfield Satsang La sua particolarità è Joyfield, un “dono … Continua a leggere →