1. Taipei

    In questa fase della vita, ho scelto di lasciare il campo della Formazione e della Terapia di cui mi sono occupata per più di 40 anni, per dedicarmi al Risveglio spirituale.

    Il mio percorso spirituale è iniziato sin da adolescente quando un’esperienza intensa e profonda mi ha indicato la via da seguire:

    Avevo circa dodici anni e stavo ferma a un semaforo sul viale principale della mia città. Mentre guardavo dall’altro lato del semaforo, all’improvviso, come se una mano invisibile avesse alzato un velo, ho iniziato a percepire le persone che avevo di fronte come fossero automi, sofferenti, totalmente presi dai loro problemi personali, ignari di quanto ci fosse intorno a loro. Il mio cuore di ragazza all’improvviso si è aperto e un amore immenso ha iniziato a diffondersi verso tutti coloro che il mio sguardo incontrava. Mi sembrava di essere la Grande Madre che abbraccia nel cuore tutti i suoi figli. Quest’amore che sentivo era cosi grande e ‘denso’ come fosse una sostanza che avvolgeva tutto e tutti. Tutto quello che era, era amore, l’amore riempiva tutti e ognuno. L’esperienza è durata qualche minuto ma la sua intensità e bellezza è sempre rimasta con me.

    La mia ricerca spirituale, durata moltissimi anni, era incentrata sul ritrovare la sensazione di unità, di appartenenza, di non separazione, che provavo fino all’età di circa 4 anni, quando è comparso il senso dell’io. Quest’esperienza l’ho identificata con l’Illuminazione o Risveglio.

    Nel 1993, su una bancarella davanti all’ashram di Sai Baba a Whitefield, trovai un libro che ebbe un impatto enorme sul mio essere.  Dopo aver letto le prime due pagine, cominciai a sentire una sorta di fuoco salire dall’interno e per tre giorni ebbi la febbre. Si trattava del libro di Ramesh Balsekar Nessuno nasce nessuno muore, riguardante gli insegnamenti di Nisargadatta Maharaj, suo maestro.

    Pochi giorni dopo quest’evento, andai con due compagne di viaggio da uno Shuka-nadi, una sorta di astrologo che faceva predizioni leggendole da pezzi di corteccia seccati. Costui mi disse che in quel viaggio in India avevo già incontrato il Maestro e insistette a lungo su questo punto. Tuttavia, con nessuno dei due Guru conosciuti allora, Premananda e Sai Baba, c’era stato un feeling tale da pensare d’aver trovato il Maestro. Avevo perciò concluso che lo Shuka nadi si fosse sbagliato.

    Il libro di Ramesh diede invece una svolta alla ricerca interiore e finalmente sentii d’aver trovato una Via che percepivo in linea con le idee in cui credevo.

    La ricerca interiore s’intensificò grazie alla conoscenza espressa dai grandi Maestri dell’Advaita, Ramana Maharshi e Nisargadatta Maharaj, così come dall’incontro con Swami Hamsananda; infine, sfociò e terminò con la pubblicazione del mio primo libro Iniziazione alla Conoscenza di Sé, l’Illuminazione svelata, ed. Mediterranee.

    Alcuni mesi dopo averlo terminato, trovai pubblicato in italiano un libro in cui compariva l’insegnamento diretto di Ramesh Balsekar: La Coscienza parla.

    Dopo averlo letto, nacque il desiderio di conoscerne l’autore. Non vi erano aspettative particolari nei suoi confronti, né desideri diversi dal vederlo e ascoltarlo, poiché la ricerca di sé era conclusa. Ma nel copione che stavo recitando c’erano delle sorprese.

     La prima notte dopo aver incontrato Ramesh, compresi pienamente la predizione dello Shuka-nadi: Egli era il Maestro, ma non lo avevo riconosciuto come tale. Questa comprensione portò infine al Suo riconoscimento formale. L’accettazione del Maestro esteriore condusse al totale ri-conoscimento di quello interiore.

     Il dissolvimento dell’ultimo velo d’ignoranza e la piena percezione di Ciò che E’ sempre: lo stato originario, è così avvenuto.

     Finalmente, quella sensazione di unità, di totalità, di appartenenza che avevo percepito da bambina, era tornata.

     Nel 2008 è accaduta un’altra esperienza che ha cambiato totalmente la mia vita personale e professionale.

    Un dono spirituale che ho accolto dall’universo – JoyGift il Dono della Gioia– mi ha portata a diffondere un nuovo e rivoluzionario approccio alla vita e all’aiuto basato sulla consapevolezza che la <<la vita in sé, è gioia>>.

    JoyGift viene ora condiviso gratuitamente con le persone interessate, affinchè possano riaprire il cuore all’amore e alla gioia.

    È un dono spirituale leggero e contemporaneamente intenso, che aiuta moltissimo il processo di Risveglio.

    In questo periodo sto dando il mio contributo offrendo il Percorso Bagliori di Risveglio, aperto a chi desidera Ricordare Sé stesso e vivere in conformità.

    Autrice di “Iniziazione alla Conoscenza di Sé, l’Illuminazione svelata”, ed. Mediterranee,  “Le CostellAzioni della Gioia, un salto quantico dalla sofferenza alla gioia” ed. Youcanprint, l’Ebook “Chiedi e ti sarà data l’Abbondanza che desideri”, l’Ebook JoyGift Onde di Gioia, l’Ebook Sciogliere i ‘fili invisibili’ che ostacolano le relazioni, l’Ebook Le domande che ti cambiano la vita, numerosi articoli di carattere scientifico-spirituale.

Giulia Jordan