Eventi dal Campo della Gioia- Joyfield

Dalla sofferenza ... alla gioia

“Se osservi un amico o un’amica…puoi vedervi tutte le generazioni dei suoi antenati. Sarai allora pieno di rispetto per gli amici e per il tuo stesso corpo, perchè vedrai il loro e il tuo corpo come le sacre dimore di tutti i nostri antenati. Vedrai anche che il nostro corpo è la sorgente di tutte le generazioni future”. Thich Nhat Hanh estratto dal libro: Le CostellAzioni della Gioia, un salto quantico: dalla sofferenza… alla Gioia Seminari di CostellAzioni della Gioia … Continua a leggere →

Il potere femminile al servizio dell’umanità

Parafrasando Victor Hugo: “C’è una cosa più forte di tutti gli eserciti del mondo: un’idea il cui momento è giunto”.
 E questa é: la Vita é gioia.
La Gioia non è un obiettivo da raggiungere. Né una meta da conquistare. Esiste già.

Ora che ci siamo svegliate dal sonno delle “belle principesse addormentate nel bosco” è il momento di agire e dispiegare il nostro potere femminile per aiutare l’umanità a vivere la vita, anzichè sopravvivere. Noi donne siamo ora le nuove guide culturali dell’umanità. Come dice Hernan H. Mamani: “Nella donna è racchiuso il destino dell’umanità; è lei la modellatrice della razza umana, la creatrice. La donna incarna l’amore…  ed è il canale della vita governato da leggi impercettibili mosse dall’amore, al … Continua a leggere →

Quanti futuri abbiamo?

Viviamo nel campo delle infinite possibilità

Sia la fisica quantistica sia la spiritualità sono concordi nel sostenere che nel Campo quantistico non locale o Coscienza cosmica, tutto esiste adesso, nell’infinito presente, quindi ora. Nel presente infinito coesistono quindi contemporaneamente sia gli eventi virtuali ossia potenziali, sia quelli attuali quindi presenti, nonché gli eventi che per noi sono già avvenuti e che consideriamo passato. La fisica quantistica postula inoltre che nel campo quantistico gli eventi virtuali che per noi sono “futuri potenziali”, esistono come “campi di possibilità”. … Continua a leggere →

Dietro la sofferenza c’è… la gioia

Dietro le nuvole c'è sempre il sole

L’umanità è rimasta unita al campo morfico della sofferenza per millenni e ci siamo cosi assuefati a essa da pensare che sia “normale” soffrire. Ma normale, non vuol dire naturale. Vuole solo dire che è una norma, una consuetudine, un’abitudine ripetuta che abbiamo accettato e condiviso. Infatti, ogni volta che osserviamo con attenzione ci rendiamo conto che la sofferenza è solamente uno stato transitorio che alimentiamo inconsapevolmente proprio mediante l’attenzione che le diamo. Invece, quando spostiamo consapevolmente l’attenzione verso il … Continua a leggere →

La “realtà” della gioia

creare la realtà della gioia

In ogni momento della giornata hai la possibilità di scegliere in quale realtà vivere. Osservando il flusso della coscienza, quando focalizzi l’attenzione su uno specifico contenuto, quello diventa la “tua” realtà temporanea, il tuo “mondo”. Ecco un  esercizio per sintonizzarti rapidamente sulla “realtà della Gioia”: Fermati e focalizza l’attenzione: immagina di vivere la giornata dalla prospettiva che “la vita è gioia”.  Vivila come se questa fosse la tua realtà ora. Quali pensieri hai adesso, quali emozioni, sensazioni, comportamenti? Che azioni … Continua a leggere →

Dalla sofferenza alla Gioia attraverso le CostellAzioni della Gioia

vivere con gioia

Durante le CostellAzioni della Gioia spesso i partecipanti percepiscono una sorta di salto quantico esperienziale, passando da uno stato di sofferenza a uno di Gioia, grazie al contatto con Joyfield che apre il cuore alla gioia e porta armonia e pace nelle relazioni . Come sostiene Alberto Giacomini nell’articolo: Condividere, è solo gratitudine?,  “descrivere in una testimonianza ciò che si è vissuto, implica un processo cognitivo – emozionale che comprende l’accesso al ricordo, il riviverne i contenuti e quindi un … Continua a leggere →

Storie spirituali: Scegliere

Come si fa a sapere chi è veramente saggio?

 Un uomo vuole andare per il mondo e incontrare persone sagge per accrescere la propria conoscenza. Un amico gli chiede che genere di persone cercherà. Ricordandosi delle sagge sentenze lette e udite, l’uomo risponde: „ Chi non sa e sa di non sapere é un bambino, bisogna insegnargli. Chi non sa e non sa di sapere é uno stupido, bisogna evitarlo. Chi sa e non sa di sapere é addormentato, bisogna svegliarlo. Chi sa e sa di sapere é un … Continua a leggere →

L’illuminazione svelata, l’Osservatore

Quando la coscienza inizia a impersonificare il ruolo d’osservatore, esso si configura come una sorta di entità bifronte, simile a Giano della mitologia greca, con una parte è rivolta verso la personalità, l’altra verso il Sé.

Diventare consapevole di sé come osservatore è il passaggio più importante verso la conoscenza di Sé. Quando l’attenzione è diretta verso l’interno, invece che verso l’esterno, emergono caratteristiche particolari di sé, insospettabili fino a quel momento. Una di queste é la percezione d’essere costantemente presente come osservatore. Ti rendi conto che solamente se tu sei presente e osservi, può esserci qualcosa da osservare, conoscere, percepire. Perciò, qualunque cosa accada al corpo-mente, qualsiasi situazione lo trovi coinvolto o meno, l’osservatore è … Continua a leggere →

La conoscenza e l’ignoranza

L'ignoranza nasconde la conoscenza ma essa é sempre presente

È l’ignoranza a far credere all’acqua del mare di essere un’onda, a far credere alla neve di essere un pupazzo, a far credere all’Essere di essere un corpo fisico, un corpo emotivo, un corpo mentale. Il corpo mentale aderisce a ogni percezione che lo impressiona, il corpo emotivo aderisce ad ogni vibrazione che lo attraversa, il corpo fisico aderisce al tempo-spazio in cui si manifesta. Come “attratto” nel mondo dei nomi e delle forme, è di questi che l’Essere si … Continua a leggere →

Joyfield Satsang in Sardegna

Diario dell'esperienza con Joyfield a distanza

Cos’è il Satsang? Il suo significato deriva dai termini sanscriti Sat (vero, verità) e sanga (compagnia) ed é associato con la tradizione Advaita Vedanta. Il Satsang può essere interpretato in diversi modi: § essere in compagnia della verità § la compagnia di un maestro spirituale che agisce come connessione tra i ricercatori e la verità. § la compagnia di un gruppo di studenti riuniti per studiare, discutere e assimilare la verità. Joyfield Satsang La sua particolarità è Joyfield, un “dono … Continua a leggere →

Ricerca spirituale e rapporto col maestro

Insieme con il desiderio di trovare un maestro, una guida, nascono anche molte aspettative nei suoi confronti, cosi come diversi meccanismi auto sabotanti. E, come dice il proverbio:
“Uomo avvisato … è mezzo salvato”!

Durante la ricerca, può sorgere il desiderio o la necessità di trovare qualcuno, una guida, un maestro che possa darci un aiuto per “progredire”. E utile sapere che, insieme con il desiderio di trovare un maestro, nascono anche molte aspettative nei suoi confronti, cosi come diversi meccanismi autosabotanti. E, come dice il proverbio: “Uomo avvisato … è mezzo salvato”! Il maestro è spesso considerato un salvatore, una specie di “guaritore divino”, qualcuno in grado di “liberare” l’io ricercatore dalla sofferenza, … Continua a leggere →

Indagine sull’Illuminazione

Chi sono io

Indagine sull’illuminazione Hai presente il principe Siddharta che abbandonò moglie, figlio, genitori e regno per andare in cerca dell’illuminazione, diventando poi il Buddha? Oggi più che mai l’illuminazione – conosciuta anche come risveglio, identità suprema, autorealizzazione, liberazione, nirvana, ecc. – rappresenta l’aspirazione di milioni di persone in tutto il mondo. E tu, che cosa ne pensi? Ti piacerebbe partecipare attivamente a una ricerca sull’illuminazione esprimendo le tue idee in merito? Sto facendo una nuova indagine (i risultati dell’altra li trovi … Continua a leggere →