HomeArticoliSpiritualità e denaro: separazione o…unità?

Chi segue una Via spirituale si trova spesso alle prese con il dilemma spiritualità-denaro. La maggior parte è convinta che i due campi non possono stare insieme e che uno escluda l’altro. Questo punto di vista nasce dal campo della sofferenza e della scarsità dove l’ego è signore indiscusso.

Vediamo le cose da un altro punto di vista, una prospettiva che vede unite scienza e spiritualità.

campo di punto zero

Tutto ciò che è, è UNO. Possiamo chiamare l’UNO Dio, l’Assoluto, la Coscienza, il Campo di punto zero, l’Essere. Questo Uno, questa “Totalità indivisa” come la definisce il fisico David Bohm, è “nato” da un “punto inesteso” o “singolarità puntiforme”. Da questo “punto inesteso” grazie a una vibrazione sono emerse tutte le informazioni e l’energia, gli elementi fondamentali da cui ogni cosa è portata in manifestazione. Queste informazioni sono idee o pensieri.

Ciò significa che ogni cosa che appare nell’esistenza in questa 3D- noi compresi, sia come spirito sia come forma, era potenzialmente contenuta in quel punto senza forma o dimensione e nei pensieri-informazioni da cui tutto si è creato. Questo vale anche per il denaro, soldi o abbondanza che sono sia pensieri sia “cose”.

L’esperienza diretta ci permette di verificare se i soldi sono separati dalla nostra parte spirituale oppure uniti. Per farla, puoi chiudere gli occhi o lasciarli aperti. Osserva semplicemente ciò che appare nel tuo campo percettivo: immagini, pensieri, sensazioni, emozioni, suoni, sapori, odori.

C’è qualcosa nella tua percezione che sia isolata, separata, divisa dalla percezione stessa? Il pensiero o l’immagine del denaro ti sembra separata, divisa da questa continua e permanente Totalità? Evidentemente no.

Chi crede che vi sia separazione, dualità fra spiritualità e denaro è coinvolta con una o più convinzioni limitanti che fortunatamente possono essere dissolte e sostituite da convinzioni liberatorie e potenzianti.

Tu, quest’articolo, noi e ogni altra cosa che appare nella percezione è espressione e parte intrinseca e inseparabile dalla Totalità dove peraltro è assente anche la separazione fra soggetto percepente e oggetti percepiti.

Se ti chiedessi: <<Come potrebbe essere la mia vita se accettassi che spiritualità e denaro siano compresenti nella totalità che io sono?>> potresti avere importanti sorprese.

Potrebbe esserti utile leggere la testimonianza di una persona che ha partecipato al Seminario: Chiedi e ti sarà data…abbondanza finanziaria che, come molti altri si trovava “bloccata” in una convinzione limitante.

“In questo seminario Morena ha avuto la possibilità di andare oltre una forte convinzione limitante legata al dualismo contrapposto materia/ spiritualità. Una dicotomia vecchia di secoli… mica poco!!!! E Giulia con la sua maestria ha reso questo superamento leggero!!!!

Riconoscere che non c’è separazione tra soldi ricchezza abbondanza denaro e spiritualità, è stata un’esperienza magnifica, liberatoria che sta avendo effetti fisici, emotivi, mentali e spirituali inimmaginati. La sensazione è proprio questa: di liberazione e finalmente di apertura all’Infinito! Quell’Infinito che è Abbondanza, abbondanza infinita per tutti, da tutti i punti di vista…e questo è il sogno che diventa realtà e che insieme possiamo costruire perché ciò che immaginiamo è GIÀ reale!!!

Non ci sono parole per descrivere la gratitudine verso Giulia Jordan. Ringrazio me stessa per aver creduto e per la fiducia che ho in lei, in me e in questo progetto più grande di noi che ci porta verso l’Unità e la condivisione dell’abbondanza in questa dimensione. Così è!”

Ti piacerebbe vivere un’esperienza simile? Allora iscriviti al Prossimo Seminario.

semin abbondanza sard.1

 

 


Commenti

Spiritualità e denaro: separazione o…unità? — Nessun commento

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *