HomeGli eventiRiportare l’armonia nel corpo e nelle nostre relazioni

La legge fondamentale che regge il nostro universo è la legge di relazione, di unità. Annie Marquier

 

Come la materia subatomica può essere compresa solamente all’interno di una complessa rete di relazioni, cosi lo stato di salute/malattia del nostro corpo può essere compreso solamente in rapporto con tutte le relazioni importanti della nostra vita. Fra il corpo-mente e le nostre relazioni c’è un entanglement, un intreccio imprescindibile costituito da energia e informazione.

quantum entanglement

Pensiamo a quante volte ci siamo sorpresi a dire cose come:

<<lui/lei mi ha spezzato il cuore>>, <<…mi ha pugnalato alla schiena>>, … mi ha fatto crollare il mondo addosso>>, << …mi fa fatto a pezzi>>,  <<mi ha fatto venire un travaso di bile>>, <<questo rapporto mi fa male al cuore>>, oppure <<non ci sto nella pelle dalla gioia>>, <<mi si apre il cuore guardandoti>>, <<mi sono tolta un peso di dosso>>, <<questa relazione mi nutre>>, <<vederti è una gioia per gli occhi>>,ecc.

Queste espressioni esprimono  il legame profondo che intercorre tra le nostre relazioni e gli organi del nostro corpo.

organi e relazioni nelle CDG

Se le nostre relazioni- a cominciare da quelle familiari- sono prevalentemente buone, anche il nostro corpo vive uno stato di benessere. Viceversa, relazioni disfunzionali vengono somatizzate dal corpo negli organi che vanno, appunto, in dis-armonia.

Le malattie/dis-armonie possono essere ereditate dai nostri antenati, cosi come possono nascere dalle relazioni con membri della famiglia, con persone per noi significative come partner, amici, insegnanti, colleghi di lavoro, ecc.

Cambiando l’informazione in una parte del sistema, per esempio riportando l’armonia fra gli organi del nostro corpo, grazie all’entanglement, anche le nostre relazioni ne sono influenzate.

Inoltre, la peculiarità delle CostellAzioni della Gioia è che per pervenire alle Soluzioni si accede al Campo della Gioia, il nostro stato naturale originario, grazie a Joygift che attiva il Maestro del Cuore.

“Quando il Maestro del cuore è al comando- asserisce Annie Marquier autrice del libro Usare il cervello del cuore-  ritroviamo l’essenza di ciò che siamo veramente, di ciò che siamo stati e di ciò che saremo per l’eternità, al di là dell’ego e delle illusioni”.

Questa modalità innovativa introdotta nelle CostellAzioni della Gioia permette di portare armonia e gioia a un livello molto più ampio del nostro Essere. Mettendo in campo gli organi attraverso i rappresentanti, nella Multidimensionalità si sanano contemporaneamente sia le relazioni esistenti fra le varie parti del corpo e dell’intelligenza naturale, sia relazioni più numerose di quelle che abbiamo preso in considerazione finora.

download

Con lo stesso organo, per esempio il cuore, sono collegate molte persone significative della nostra vita a cominciare dai genitori e altri membri della famiglia, persone che hanno lasciato un “segno” nel nostro cuore in bene e in male. Inoltre, tutte queste relazioni possono essere riportate all’armonia senza necessariamente indicarle consapevolmente e soprattutto, senza l’attivazione delle resistenze innescate dalla mente razionale che vuole “capire” tutto per… avere il controllo.

Pertanto, in queste nuove CostellAzioni della Gioia, mediante l’osservazione partecipata al Campo –assistere a ciò che avviene con attenzione e interesse- si beneficia degli stessi effetti delle Soluzioni cui si è pervenuti. In altre parole, non è indispensabile avere la propria CDG per riceverne i benefici.

Infatti, gli studi sui neuroni specchio – vedi anche il video sottostante-  hanno dimostrato come sostiene Lynn Mc Taggart che:

“Noi interiorizziamo l’esperienza altrui in ogni istante, automaticamente e immediatamente, senza alcuno sforzo consapevole, utilizzando una stenografia neuronale creata dalla nostra stessa esperienza.  Quando osserviamo l’azione di un’altra persona, per poterla comprendere la ricreiamo nella nostra mente come se la stessimo facendo noi stessi. Noi traduciamo le azioni, le sensazioni  e addirittura le emozioni  altrui nel linguaggio neuronale del nostro corpo, come se fossero esperienze  nostre”.

“I neuroni specchio saranno per la psicologia quello che il DNA è stato per la biologia”, profetiza Ramachandran neuroscienziato di fama internazionale, ed essi realizzano una sorta di “simulazione virtuale” delle azioni dell’altra persona, cioè adottano il suo punto di vista. Ciò dissolve la barriera fra noi e gli altri esseri umani e fa emergere la connessione che esiste fra tutti noi.

Pertanto, quando nel Campo delle CostellAzioni della Gioia appare una Soluzione questa diventa la Soluzione per tutti, ovviamente interpretata dalla mente e dal cuore di ciascuno come se appartenesse a quella specifica persona; inoltre, essa è integrata con le informazioni peculiari presenti nel suo campo.

Sia dalla scienza che dalla spiritualità arriva, in pratica, lo stesso messaggio: l’atto di percezione è un momento di completa unione fra l’osservatore e l’osservato e, anche se non vi è consapevolezza cosciente di questo, gli effetti si manifestano ugualmente.

osservatore e osservato

 

Prossimi Seminari aperti a tutti:

cdg lucca17 - Copia1

volantino CARPI ottobre cdg WORD - Copia

Santa Teresa Gallura (Sardegna), 4-5 novembre.

cdg sardegna

 

 

 


Commenti

Riportare l’armonia nel corpo e nelle nostre relazioni — Nessun commento

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *